Ottobre 6, 2020 Notizie

Ecco, aliquota per aliquota, come Confindustria vorrebbe modificare il piano Transizione 4.0

Il libro “Il coraggio del futuro – Italia 2030-2050” presentato ieri dal presidente Carlo Bonomi durante l’assemblea annuale di Confindustria, contiene quasi 400 pagine di ragionamenti, analisi e riflessioni sul futuro dell’industria in Italia, ma anche proposte concrete che, punto per punto, l’associazione degli industriali porta all’attenzione del Governo.

Uno dei capitoli più importanti è dedicato al piano Transizione 4.0, che – come ormai è noto – il Governo si propone di potenziare e stabilizzare sfruttando una (buona) parte delle risorse del Recovery Fund.

Le aliquote

Fin qui si può parlare di sintonia tra le intenzioni di industriali ed Esecutivo. Ma quali sono le cifre in ballo? L’aumento delle aliquote, spiega Confindustria, “deve riguardare sia l’acquisto di beni strumentali e la realizzazione dei progetti 4.0 (e green) sia le attività di ricerca, sviluppo e innovazione”.

StrumentiAliquota attualeAliquota proposta
Beni strumentali (ex super ammortamento)6%15%
Beni 4.0 (all. A)40%40% con cedibilità del credito
Beni immateriali (all. B)15%20%
Credito Ricerca e Sviluppo12%25% e 50% per startup e pmi innovative
Credito Innovazione6%12%
Progetti di Innovazione 4.0 e green10%15%
Credito d’imposta per Design6%10%

Continua a leggere in Innovation Post